Articolo storia

 

decoro

Storia

La Fondazione Recanatesi di Osimo è una struttura privata che nasce dalla fusione di due Enti di Pubblica Assistenza: la “Opera Pia Don Giovanni e Gaetano Recanatesi” e la “Gisella e Gaetano Recanatesi”, fondati entrambi per volontà testamentaria dal canonico Don Giovanni Recanatesi e dalla signora Gisella Vicarelli ved. Gaetano Recanatesi, rispettivamente negli anni 1941 e 1956.

Nel corso dell’anno 2004, le Amministrazioni hanno avviato uno stretto processo di collaborazione il cui scopo finale era l’unificazione dei due Enti e la creazione di una unica grande realtà a sostegno della popolazione anziana bisognosa di assistenza.

Il primo passo per la realizzazione di tale progetto è avvenuto il 7 settembre 2005, quando la Regione Marche, con apposito provvedimento, ha decretato la fusione dei due Enti, l’approvazione del nuovo Statuto, il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato e l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche della “Fondazione Recanatesi di Osimo”.

Dopo un iniziale periodo di gestione dei servizi in sedi distaccate, nell’anno 2010, sono stati ultimati i lavori della nuova sede della Fondazione, realizzati, in parte, attraverso l’alienazione del fabbricato sede della casa di riposo “Gisella e Gaetano Recanatesi” ed all’intervento contributivo della Fondazione Cariverona. I lavori di ampliamento e ristrutturazione della nuova sede hanno portato alla creazione di due residenze: la Ciclamino e l’Azalea. In esse trovano collocazione i reparti di residenza protetta e casa di riposo della Fondazione dotati, entrambi, di ampi spazi e sale di socializzazione in cui si svolge, quotidianamente, il servizio di animazione.

Successivamente, nell’anno 2012, l’Amministrazione, mai inoperosa, ha inaugurato una moderna e confortevole hall d’ingresso alla struttura, per offrire al cittadino di un efficiente servizio di accoglienza ed allo stesso tempo di vigilanza dei luoghi di accesso al complesso residenziale.

In ultimo, nell’anno 2013, la Fondazione Recanatesi, in collaborazione con l’Arcidiocesi di Ancona-Osimo, ha aperto al pubblico la nuova residenza Iris: una struttura che accoglie al suo interno un distinto e curato reparto di casa di riposo, pensato per ospitare utenti in miniappartamenti, ed un ambiente esclusivamente dedicato al servizio di centro diurno sociale.

Grazie agli impegni presi, la Fondazione Recanatesi ad oggi è in grado di erogare servizi socio-sanitari per un totale di 129 posti letto